“Il disagio del soggetto contemporaneo assume oggi forme inedite ed i suoi sintomi si mostrano nel sociale: quel grande dipinto dove ognuno di noi indirizza lo sguardo in cerca di un punto che lo riguardi, di uno spazio che gli restituisca un senso al suo esistere in mezzo agli altri. Nello sguardo dell’osservatore che cerca e non trova la sua collocazione nel grande quadro della società, prende forma lo smarrimento dell’uomo contemporaneo ed è lì che interviene la sociologia clinica.” (da: P.Patuelli, Il rovescio del sociale, Homeless Book, Faenza, 2019)

CHI SONO: Sociologo Clinico e Counselor ad Orientamento Psicoanalitico, per oltre vent’anni ho lavorato nel Terzo Settore in vari ambiti: dalle dipendenze patologiche, al disagio adulto e minorile, alla mediazione di comunità. Già professore a contratto di Sociologia Generale presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia e docente presso il Centro di Ascolto e Orientamento Psicoanalitico di Pistoia e Firenze, mi occupo come Libero Professionista di: ricerca sociale, formazione, counseling all’ascolto ad orientamento psicoanalitico, consulenza al gruppo e all’organizzazione. Con Giuseppe Ricca, con il quale ho fondato l’associazione Legami Sociali e Manuel Colosio, giornalista radiofonico, curo e conduco la trasmissione Il disagio nella civiltàin onda sulle frequenze di Radio Onda d’Urto di Brescia

Articoli del blog:

Chi mangia con la sociologia?

Al presente nell’ambito delle scienze sociali, sia per quanto riguarda la produzione teorica in senso lato, sia per quanto riguarda l’osservazione sul campo, è semplicemente improponibile avviare una ricerca sull’organizzazione del lavoro e sulle possibilità di modificarla entro stabilimenti di grande serie… Come è inimmaginabile riuscire a trovare ancora qualcuno disposto a investire un euroContinua a leggere “Chi mangia con la sociologia?”

Sul libro “La solitudine del sovversivo” di Marco Bechis

Ho terminato la lettura del libro “La solitudine del sovversivo” di Marco Bechis. Il nucleo centrale del libro è abbastanza conosciuto. Bechis aveva tracciato alcune linee del suo racconto autobiografico come regista all’interno del film manifesto di denuncia della dittatura argentina di Videla, “Garage Olimpo”. Ma il testo porta al lettore qualcosa di molto piùContinua a leggere “Sul libro “La solitudine del sovversivo” di Marco Bechis”

La fabbrica delle donne

C’è stato un periodo, breve, durante il quale ho lavorato in una azienda dove sono impiegate in buona parte le donne. E’ stato pochi anni fa. Un lavoro in linea, come si dice in gergo. Dove sono le macchine a dettare i ritmi. Di quel periodo ricordo l’accoglienza da parte delle colleghe, per me cheContinua a leggere “La fabbrica delle donne”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.