Home

 

“Il disagio del soggetto contemporaneo assume oggi forma inedite ed i suoi sintomi si mostrano nel sociale: quel grande dipinto dove ognuno di noi indirizza lo sguardo in cerca di un punto che lo riguardi, di uno spazio che gli restituisca un senso al suo esistere in mezzo agli altri. Nello sguardo dell’osservatore che cerca e non trova la sua collocazione nel grande quadro della società, prende forma lo smarrimento dell’uomo contemporaneo ed è lì che interviene la sociologia clinica.” (Il rovescio del sociale)

CHI SONO: Sociologo Clinico e Counselor ad Orientamento Psicoanalitico, per oltre vent’anni ho lavorato nel Terzo Settore in vari ambiti: dalle dipendenze patologiche, al disagio adulto e minorile, alla mediazione di comunità. Già professore a contratto di Sociologia Generale presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia e docente presso il Centro di Ascolto e Orientamento Psicoanalitico di Pistoia e Firenze, mi occupo di: ricerca sociale, formazione e consulenza alla persona, al gruppo e all’organizzazione. Con Giuseppe Ricca, con il quale ho fondato l’associazione Legami Sociali e Manuel Colosio, giornalista radiofonico, curo e conduco la trasmissione “Il disagio nella civiltà” in onda sulle frequenze di Radio Onda d’Urto di Brescia

Articoli recenti

Il risentimento dell’incompreso

C’è un atteggiamento diffuso che percepisco nei discorsi ai quali partecipiamo un po’ tutti in rete in questi giorni di esposizione nella socialità digitale. Questo atteggiamento, che nella mondanità dei nostri tempi evidenzia la postura blasé*, nella socialità risucchiata nei social dal virus, svela l’altra faccia della medaglia: il risentimento dell’incompreso. Siamo tutti arrabbiati, infastiditiContinua a leggere “Il risentimento dell’incompreso”

Psichiatrizzare l’isolamento?

Accendo Radio Tre e alla trasmissione “Tutta la città ne parla” il tema del dibattito è: solitudine e depressione ai tempi del virus. Al solito, gli ospiti: psichiatri, psicologi e uno scrittore depresso (molto depresso). I due livelli, quello della ricerca – vista l’eccezionale occasione che questo virus offre allo sguardo degli analisti da laboratorio,Continua a leggere “Psichiatrizzare l’isolamento?”

Il nuovo tempo dei senza-corpi

Dopo due settimane di clausura siamo individualmente coinvolti dall’invasione dei senza-corpi. Sono i corpi che non vediamo più, guardando fuori. Li abbiamo interiorizzati, li immaginiamo mentre riempiono le strade, prendono l’autobus, giocano nei parchi ora vuoti. Abbiamo s-corporato la socialità dei corpi dal nostro quotidiano, relegandola all’immaginazione, l’abbiamo messa tra parentesi (parenti compresi), stipandola dentroContinua a leggere “Il nuovo tempo dei senza-corpi”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.