Fenomenologia del panino


Che cosa si nasconde dietro la sentenza della Cassazione che vieta per legge il panino a scuola?

Il panino è la metafora del libero arbitrio? E la minestra uguale per tutti della mensa è il simbolo dello stato padrone  e della sua offerta scolastica in tutto e per tutto omogeneizzata?

Noi siamo quello che mangiamo, diceva il filosofo. Se siamo panino allora siamo liberi e se siamo la solita zuppa siamo schiavi di chi l’ha preparata. Nel panino ognuno mette quello che gli pare e se vuole non lo dice a nessuno che cosa ci ha messo; nel piatto della mensa è l’altro che ci mette quello che ha preparato per te e per tutti quelli come te. Nel panino c’è la differenza (mortadella, prosciutto, falafel, vegano e non, ecc…) e nel piatto di plastica della mensa c’è la solita broda, uguale per tutti.  La legge è uguale per tutti: anche a mezzogiorno.

In gioco c’è l’autodeterminazione di un popolo (di famiglie, soprattutto di mamme) che sempre meno corrisponde ai voleri delle istituzioni: oggi a cominciare dalla tavola (luogo scelto dai media per l’emancipazione e l’affermazione di sé).

Quando ero piccolo andavo all’asilo delle suore e ancora le mie narici ricordano il buon profumo del minestrone di suor Nanda. Chiudendo gli occhi, rivedo la scena di me che immergo un cucchiaio per me enorme dentro quel minestrone e che sollevandolo colmo di quel liquido buonissimo e bollente lo vedo un po’ sciolto e piegato. Una magia da Houdini.

Oggi quei minestroni non esistono più. I miei nipotini mi narrano di vaschette di plastica colme di pasta scotta e verdure gommose. E per questo la legge dello Stato non si può più difendere: il cibo scotto fa schifo e con lui tutto quello che, senza che possiamo discutere, lo Stato ci vuole dare da bere e da mangiare. A prescindere.

W suor Nanda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.